Psicologia Olistica

Dott. Roberto Maria Sassone
Collegati

Conferenza La ricerca dell’Amore – Un ponte tra Reich e Sri Aurobindo

22 settembre 2007

Sabato 22 settembre alle ore 16 Ad IMOLA
presso la Sala delle Stagioni in via Emilia 44
Roberto Sassone
terrà una pubblica conferenza sul tema:
“La ricerca dell’Amore – Un ponte tra Reich e Sri Aurobindo”

Il Dott. Roberto Sassone è psicologo, psicoterapeuta, analista reichiano.

E’ giornalista pubblicista dal 1976 collaborando con il Mattino ed il Giornale dei Misteri.
E’ stato membro del Centro Italiano di Parapsicologia di Napoli, in cui ha iniziato a formarsi sui grandi temi della spiritualità.
Ha intrapreso a Napoli dal 1972 al 1979 il training analitico e didattico reichiano col neuropsichiatra

Ha fatto esperienza di Meditazione Trascendentale dal 1973 al 1980.
Ha fondato nel 1979 insieme al Prof. Federico Navarro la S.E.Or. (Scuola Europea di Orgonoterapia), di cui è diventato nel 1983 Trainer e Analista Didatta.
Conduce gruppi di psicoterapia reichiana (Analisi del carattere e lavoro sul corpo)

E’ docente di Analisi del Carattere, Reich e la Psicoanalisi, Funzionalismo Energetico

Ha seguito i corsi del gruppo francese Energo (lavoro sui chakra e sui colori) dal 1991 al 1993.
Pratica dal 1983 lo Yoga Integrale di Sri Aurobindo, che è divenuto la sua Via di ricerca interiore.
Ha fondato nel 1992 insieme ad altri analisti la S.I.A.R. (Società Italiana di Analisi Reichiana), di cui è analista didatta, docente e membro del Consiglio direttivo e scientifico.
Ha intrapreso un’importante esperienza di Meditazione Vedanta presso l’A.I.P.T. (Associazione Italiana di Psicologia Transpersonale), con la Dott.ssa Laura Boggio Gilot, dal 1996 al 1999.
Ha seguito con la medesima il corso biennale di formazione professionale in Psicologia Transpersonale (96-97, 97-98). E’ stato suo assistente nel suddetto corso (98-99).
Ha messo a punto nel 1992 un metodo di meditazione che ha chiamato Meditazione Integrale (metodo personale basato sullo Yoga Integrale di Sri Aurobindo e Mère).
Conduce gruppi di psicoterapia corporea e di meditazione integrale dal 1988 ad oggi (laboratori di Coscienza Integrale del Corpo).

“Oltre a Reich, i personaggi che più amo e che hanno sconvolto la mia esistenza sono Sri Aurobindo, Mère e Satprem. A distanza di anni continuo a restare meravigliato ed ammirato di fronte alle loro azioni e alle loro opere e non smetto mai di imparare da loro. Leggo continuamente i libri che ci hanno regalato e scopro ogni volta preziose verità che modificano la mia conoscenza ed anche il mio cuore.

A più riprese ho parlato di loro in questo libro, ma ora voglio spiegarvi in modo più accurato chi sono, perché il loro pensiero rappresenta le coordinate fondamentali nel mio sistema di psicologia olistica.”  -  R.Sassone

Sri Aurobindo è stato Uomo e Maestro nel senso più pieno di questi termini. Pur con solide radici nella millenaria sapienza indiana, il suo è sostanzialmente un insegnamento di sintesi, non solo rispetto ai diversi sviluppi che si sono succeduti nei secoli nel pensiero indiano, ma anche tra elaborazioni filosofiche e metafisiche dell’occidente e dell’oriente.  Non ha mai voluto fondare né una religione né una scuola perché Egli diceva:

“Sono due i tipi di esseri per i quali vi è speranza: per l’uomo che ha sentito il contatto di Dio ed è stato da Lui attirato, e per il ricercatore scettico o l’ateo convinto; in quanto ai “formulisti” di tutte le religioni e ai pappagalli del libero pensiero, sono anime morte che seguono una morte che chiamano vita”.

La novità e l’autentico scopo del suo Yoga è non solo quello di realizzare una Coscienza Superiore, ma di andare oltre, una ricerca per armonizzare i due poli dell’esistenza, Spirito e Materia.

Uno Yoga integrale che nulla esclude: la ricerca ed il lavoro interiore dell’uomo non sono finalizzati alla salvifica ricerca di un qualche paradiso, ma alla trasformazione radicale della coscienza e quindi del medesimo piano della materia e dei fenomeni.

Lascia un commento